Perché l’attività fisica incide sul lavoro

L’attività fisica incide sul lavoro in maniera importante. Ad evidenziarlo è il Randstad Workmonitor, una piattaforma che conduce delle ricerche all’interno del mondo del lavoro a livello globale. Dal sondaggio del 2014 condotto in 33 paesi è emerso che il legame fra sport e produttività lavorativa viene sempre più percepito come un ingrediente fondamentale per il successo sia dell’azienda che del dipendente.

La Randstad è una multinazionale olandese fondata nel 1960 che si occupa di ricerca e risorse umane. Operante in 40 stati fra Europa, Asia e Nord America è la seconda agenzia del lavoro più importante del mondo.

Il sondaggio globale del 2014, cha ha coinvolto lavoratori dai 18 ai 65 anni, mirava a fare chiarezza sull’equilibrio fra occupazione lavorativa e benessere individuale, facendo riferimento all’attività fisica come elemento in grado di incidere sulla qualità di entrambi. Infatti 8 lavoratori su 10 hanno dichiarato che praticare del movimento regolare li aiutava ad avere una migliore performance lavorativa. Per quanto riguarda i dati del nostro paese, il 78% degli italiani ha confermato che rende meglio al lavoro quando pratica dello sport, e che l’impegno nel praticarlo sia una responsabilità personale. In altri paesi però la questione viene affrontata con occhi diversi.

Negli Stati Uniti, per esempio, molte aziende (Airbnb, Google, Facebook per citarne alcune) stimolano i dipendenti a praticare sport sia mettendo a disposizione attrezzatura sportiva negli uffici, sia coprendo i costi della palestra ai singoli dipendenti. In un lavoro che richiede grande concentrazione, molta energia creativa e una posizione sedentaria tenuta per lungo tempo, le aziende si rendono conto di come l’attività fisica incide sul lavoro, per questo motivo garantiscono ai dipendenti una flessibilità che gli permette di “staccare” quando sono sovraccarichi, e di scaricare lo stress e la tensione facendo del sano movimento. Tornati alle proprie scrivanie dopo una sessione sportiva le persone sono di nuovo pronte per riconcentrarsi sul prodotto. In Italia però il sondaggio della Randstad ha riportato che solo il 33% dei datori di lavoro consente di praticare attività fisica durante l’orario lavorativo, e solo il 37% delle aziende offre delle attrezzature sportive.

Praticare del movimento vuol dire volersi bene, prendersi cura di sé e di ciò a cui teniamo. Ugualmente trascurarsi non mina solo la nostra salute, ma anche tutto ciò con cui abbiamo a che fare, come la famiglia e il lavoro.

Se è vero che l’attività fisica incide sul lavoro, il WAL è proprio quel che ci vuole per dare una svolta alla propria situazione personale e lavorativa. Iniziare non costa nulla, e proseguire con costanza è più facile che mai grazie alle qualità di questa disciplina priva di fatica, divertente e altamente benefica per l’intero organismo.

Il Metodo WAL si basa sull’efficacia dell’esercizio fisico svolto all’unisono con quello cognitivo: Walk (cammina) e Learn (impara). Il movimento fisico consiste in una camminata leggera e costante di circa 40 minuti, da svolgere all’aperto o al chiuso, da soli o in compagnia, magari durante la pausa pranzo o prima di recarsi al lavoro. L’allenamento cognitivo è costituito dall’ascolto degli AudioWAL, documenti culturali mp3 della stessa durata della camminata che trattano argomenti vari ed interessanti. L’ascolto dell’audio stimola la plasticità neuronale, migliora la memoria e la capacità di concentrazione, elementi di grande importanza nell’ambito lavorativo, ma soprattutto crea uno stimolo sempre diverso, piacevole, che annulla la noia della ripetitività.

 

© Articolo concesso da walexperience.com su autorizzazione dei diretti interessati.

Autore: Staff

Lo Staff di Psycologando pubblica articoli a carattere divulgativo e culturale, ed è sempre attento a proporre sul portale notizie ed informazioni inerenti eventi, congressi, seminari di diversi ambiti al fine di promuovere a livello nazionale la diffusione della cultura psicologica e neuroscientifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Risolvi questa operazione *